lunedì 15 settembre 2014

buoni motivi

Mi rifiuto di continuare a scrivere post lamentosi. Certo, di bozze salvate sullo stampo del muro del pianto ne ho almeno altre due e probabilmente potrei riempire un blog intero raccontando le sfighe della sottoscritta. Ma poi: a chi giova entrare in un blog e leggere le sfighe altrui? Forse che posso trarre un qualche piacere dal continuare a ripetermi quanto sono sfigata? Certo che no, anzi. Ho scoperto, appunto, lamentandomi, che questo mio continuo lamento non mi fa assolutamente bene. Non è che "sfogandomi" le cose migliorano infatti. Non ne traggo assolutamente nessun sollievo, e quindi devo cercare di darci un taglio. Devo cercare di concentrarmi sulla parte bella della vita, sui progetti, che si realizzeranno comunque, sulla mia forza, sulle mie conquiste, che saranno piccole nel complesso, e saranno calpestate e svilite, ma in nessun caso devono essere meno di quello che sono, e cioè una conquista.
Per questo è necessario buttare giù un piano d'attacco. Qualcosa che mi serva per ridimensionare i miei attacchi di sfighite acuta e che mi restituisca un minimo di serenità per accettare che le cose sono così, e che purtroppo non è facile cambiarle.
Anche perché siamo a settembre, non posso affrontare un anno scolastico con questo viso sempre abbattuto. Quindi, cerchiamo di inventarci dei buoni motivi per essere contenti

Nessun commento:

Posta un commento