martedì 26 giugno 2012

oiaaaa!!!

Oiaaa!! è la richiesta che mi viene fatta ogni sera dal  piccolo abitante di casa..
oia è la storia.. nella sua olofrase (che non si dica che non studio eh?!) lui mi dice "madre cara, smettila di scassare con i tuoi giochi creativi, fai qualcosa di utile e leggimi una storia!

In realtà le storie che leggiamo sono sempre le stesse.... io di tanto in tanto faccio scorta di libretti nuovi.. ma posso tranquillamente affermare che ogni sera, prima o dopo cena... io è lui ci leggiamo  e rileggiamo circa una decina di libri già consunti (altro che acido... prova la bava di un nano su un libro!)....la nuvola Olga, Giulio Coniglio (i miei preferiti!), la Pimpa, stagioni,  animali, colori.. insomma  qua si legge tutto (di tutto quello che può essere alla sua portata!)
Lui li conosce a memoria, come conosce a memoria le canzoncine che cantiamo o che canta all'asilo (e quanto ridere non fa quando "drammatizza" Ci son due coccodrilli?!!).. eppure insieme a oia spesso e volentieri mi dice oa (leggi: ancora!.. nano a te le consonanti non ti piacciono vero?).

Certo.. io tutte queste cose qua "le so"...... so il perché di queste richieste, della rilettura dei libri ecc ecc * ma vivere tutto questo è un'altra cosa...in  nessun manuale ci sarà  mai scritta quanta meraviglia ci può essere negli occhi di un genitore nel vedere questo interesse vivo che attraversa tutto il corpo di un bambino (non so i vostri, ma il mio tra una pagina e l'altra si muove e ride dimostrando in pieno il suo entusiasmo!)..
e tutte le parole che impara, e quelle che non sa pronunciare ma sa a che cosa si riferiscono...

E soprattutto il fatto che la lettura sia un momento così speciale, così bello, un angolo tutto nostro in cui si possono condividere cose così piccole............ eppure così grandi.

Se a qualcuno può interessare sto leggendo un libretto abbastanza facile e veramente interessante a tal proposito: R. Cardarello, Storie facili e storie difficili, valutare i libri per bambini. Se avete voglia secondo me è un libro che vale la pena leggere perché mette a parole tante cose che si pensano su cosa valutare nella scelta di un libro, nelle modalità di lettura ecc.. uno spunto in più non fa mai male!

giovedì 14 giugno 2012

18

già...
solo per dirti auguri amore!
io lo avverto, che il filo che ci unisce si sta man mano allungando, e va bene così..
mi piace vederti correre, ridere, giocare, parlare, cantare, chiamare tutti, salutare con le tue manine cicciottose..
mi piace il modo vero con cui ci coccoliamo, e quando esplodi di gioia per le piccole cose! Il modo in cui mi chiami e con le tue micro frasette mi rendi partecipe delle tue mirabolanti scoperte!
Certo, iniziano ad emergere i primi conflitti.... per farti fare le cose devo assolutamente cercare di assecondarti.. quando ci laviamo le mani, se non sei tu a decidere che è ora di chiudere l'acqua, scoppia una tragedia greca! se ti dico che dobbiamo andare a casa e tu non vuoi, ti distendi per terra in mezzo alla piazza in una sorta di resistenza passiva che manco il Dalai Lama..


speriamo bene.... mi sa che è adesso che inizia il lavoro duro.....