venerdì 30 marzo 2012

quasi sedici

amore, sei ufficialmente un pupo teenager!!!!

hihhi il nano è esploso!!
lo so, forse mi devo aspettare quantomeno per tutta l'infanzia di cotali esplosioni, ma veramente questi pupi regalano una marea di emozioni!!

la grande news è che finalmente dice mamma!!!!! e l'altra seconda news è che dà i baci! i baci veri eh? quelli con lo schiocco!!!! mamma mia come cresce veloce.. a volte l'impressione che ho è che debba sfuggirmi dalle mani!

A scuola l'altro giorno parlavo con la mia collega del fatto che uno dei lavori più grandi delle mamme è quello di lasciar andare i propri figli.. lo capisci da quando partorisci che quello è il tuo destino.. con amore concepisci e con amore lasci andare, perché è giusto così.. anche se non è affatto detto che sia semplice!

Mattia da questo punto di vista non mi lascia sinceramente tanta scelta... lui è in piena fase esplorativa, è assetato di conoscenza, di dare un nome alle cose, di ripetere, di correre..

Fa fatica a darmi la manina.. diciamo che mi porge il palmo reale solo se si trova in una situazione strana, non conosciuta.. per il resto, casa, nonni parco... ci sono troppe cose da sperimentare per tenere la mano alla mamma!

Naturalmente con le prime esperienze e le prime scoperte.. sono iniziate le prime sbucciature e bottarelle.. per adesso niente di grave! qualche volta piangnucola un attimo, ma solitamente non fa una piega e ricomincia a rifare quello che stava facendo!

e quanto parla!! oggi la maestra del nido mi ha detto "diventerà un gran chiacchierone!!"... ma va?? non l'avrei detto considerando il grado di chiacchiera quotidiana! è veramente commovente il modo in cui osserva le mie labbra per capire bene quello che sto dicendo... ma tartaruga è ancora uga, Winny è Uiui... Pimpa lo dice abbastanza bene! e poi c'è bobo (biscotto) uaua (acqua), uàuà (=papere= qua qua!!)..

questo è il lato bello.

poi ce n'è un altro.

Il nano, insieme a innumerevoli pregi... sta facendo emergere un caratterino piuttosto deciso.. se qualcosa non gli va, non è così tanto facile fargliela fare eh? e se gli si dice "non aprire il forno!-non aprire il frigo!- non mettere le dita nella presa (caxxo perché le devi mettere li??? perché???)... lui.. ti sfida.. lo fa guardandoti negli occhi l'infingardo!!!
se per caso qualcosa proprio non gli va poi... inizia un dramma degno dell'esorcista! io da brava mamma mi assicuro che stia sul tappeto oppure con la testa già a terra in modo che non si faccia male e poi lo lascio rotolarsi e lamentarsi.. farò mica male? gli creerò dei traumi????

La sera, però, è diventata un momento particolarmente piacevole.. quando a 5 mesi avevo iniziato a comprargli un po' di libretti cartonati non avevo notato un particolare interesse verso tali oggetti.. e già mi immaginavo la sua indifferenza nella vita (eh già, sono una mamma serena e senza timori eh??!) invece, tra lui che crescendo diventa sempre più interessato alle figure, alle parole, al dare significato al mondo, tra il fatto che comunque i libretti gli sono sempre stati proposti, la lettura è diventata un momento quotidiano.
Certo, non mi entusiasma leggere e rileggere ogni sera la solita storia (anche perché è lui che sceglie i libri eh??), ma vedo l'interesse vivo nei suoi occhi e quindi sopporto serenamente!:-)

un bacione a tutte voi che passate di qua e grazie per commenti che mi lasciate!

domenica 11 marzo 2012

di progetti

Ogni tanto mi sorge il dubbio, o anche l'"amara" constatazione, di essere estremamente monotona, nei discorsi e negli argomenti. Chiaro, non potrebbe essere altrimenti dato che il centro della mia vita ora più che mai è la mia famiglia, e ho come il dubbio che lo sarà sempre!
Quindi tante volte non dico proprio tutto quello che mi viene in mente, ma qui però posso vero?? Che quello che mi gira per la testa in questi giorni sostanzialmente si riduce a una considerazione: la mia vita, tra famiglia, lavoro e università, è veramente un casino! ma in realtà, ho poco da lamentarmi, perché la fatica è in funzione di quello che amo, e ogni momento della mia vita è ben speso, tutto sommato..
Il fatto è che va tutto bene, è tutto piuttosto faticoso, ma è così che deve essere!  e poi magicamente si ritrova un piccolo spazio, mentale e di tempo, per pensare a sè (come adesso per esempio), a dove si sta andando e a cosa si vuole! e si pensa ai progetti che fino a qualche anno fa potevano sembrare fuori da ogni portata e che invece stanno prendendo forma! 
da queste parti infatti si parla di casa! nel senso che si parla di rogito, mutuo, casa nostra insomma! ed è veramente bello, questo pensiero ha il sapore dolce della conquista, è il riassunto del nostro lavoro, dei nostri obiettivi e del nostro comune sguardo verso la vita..
E niente, non c'è altro da dire, ma molto, molto da fare.